You are here
Home > Medicina > La peste in Italia: cos’è la morte nera

La peste in Italia: cos’è la morte nera

Peste trasmissione sintomi e cura

La peste in Italia, come in tutta Europa, non esiste più. Con l’espressione “peste nera” ci si riferisce in particolare ad un’epidemia molto pesante che mise a dura prova l’Europa nel corso del XIV secolo. In quell’occasione morì almeno un terzo della popolazione dell’intero continente. Si stima che in quel periodo perse la vita una percentuale di persone dal 30% al 60%. Attualmente la peste è diffusa in diverse parti del mondo, anche in regioni di alcuni Paesi industrializzati.

Peste: tipologie e sintomi

Nella maggior parte dei casi la peste è diffusa soprattutto in luoghi del mondo in cui le abitazioni sono infestate dalla presenza di ratti e di pulci. La malattia infettiva si sviluppa in particolare in condizioni di scarsa igiene. La peste si può manifestare in particolare in tre diverse forme:

  • peste polmonare – si verifica quando il batterio Yersinia pestis infetta i polmoni. È una forma molto pericolosa, perché può trasmettersi da una persona all’altra semplicemente attraverso l’aria o con aerosol di individui infetti. La forma di peste polmonare può presentarsi anche come conseguenza di altre forme di peste, se queste non vengono curate adeguatamente e in tempo. Si verifica una forte polmonite con tosse e sangue;
  • peste bubbonica – questa è la forma di peste più comune e può manifestarsi a causa di diversi motivi, per contatto con lesioni e materiale infetto oppure per la puntura di pulci veicolo del batterio. In questo caso si sviluppano i bubboni, dei rigonfiamenti delle ghiandole linfatiche con conseguente febbre e con debolezza e mal di testa;
  • peste setticemica – non si trasmette da una persona all’altra, ma può comparire come complicazione delle altre due forme. Le cause di trasmissione sono identiche a quelle della peste bubbonica. I sintomi sono rappresentati da dolori addominali, febbre, shock, sanguinamenti della pelle e di alcuni organi.

Peste: cura e trattamento

Non è disponibile attualmente un vaccino contro la peste, quindi non esiste una vera e propria forma di prevenzione di questo tipo. È importante quindi riconoscere in modo tempestivo i sintomi della malattia. È fondamentale trattare con antibiotici entro 24 ore dalla comparsa dei sintomi, per diminuire le probabilità di morte.

 

Lascia un commento

sei + 2 =

Top