You are here
Home > News Salute > Influenza, superato il picco ma non bisogna abbassare la guardia

Influenza, superato il picco ma non bisogna abbassare la guardia

virus influenza

L’epidemia di influenza ha superato il picco, tuttavia il virus è ancora in circolazione per cui bisogna prestare la massima attenzione per evitare di essere contagiati. In particolare stando agli ultimi dati forniti dal bollettino influnet dell’Istituto superiore di Sanità, nell’ultima settimana vi sono stai 794mila contagi, mentre il totale dei casi degli italiani messi a letto dal virsu dall’inizio della sorveglianza epidemiologica ammonta a 4.728.000. L’incidenza rimane ancora alta ed è pari a 13,1 casi per 1000 assistiti, tuttavia risulta più bassa rispetto a quanto registrato nella settimana precedente al picco (14,5). La fascia di età maggiormente colpita risulta quella dei bambini al di sotto dei 5 anni.

Influenza 2018: cosa dicono gli esperti

In particolare il virologo Fabrizio Pregliasco sottolinea che: “Considerando che ad oggi sono circa 5 milioni gli italiani già colpiti dai virus influenzali, si può stimare che alla fine della stagione i casi totali arriveranno a 7,5-8 milioni. Un numero molto più alto rispetto agli ultimi anni e paragonabile solo alla stagione 2004-5 e alla stagione pandemica del 2009”. Ed ancora spiega che: “si sono registrati molti più casi di influenza anche per la circolazione “non prevista” di virus come il B Yamagata, non compreso nel vaccino antinfluenzale trivalente, ma presente in quello quadrivalente”. Ma come evitare questi colpi di coda dell’influenza?

Influenza: come evitarla

Per prevenire il contagio è opportuno osservare alcune regole igieniche basilari: lavarsi le mani prima di toccare i cibi e gli oggetti, coprirsi naso e bocca prima di starnutire o di tossire, non frequentare luoghi molto affollati che favoriscono la trasmissione del virus da persona a persona  ed evitare gli sbalzi di temperatura che favoriscono la circolazione del virus. Se invece si è stati già contagiati dall’influenza, trattandosi di un virus non esiste una vera e propria terapia. Pertanto si può intervenire per attenuare i sintomi dolorosi con un analgesico o la febbre con un antipretico. Fondamentalmente si consiglia il riposo a letto per alcuni giorni e di bere molto per evitare il rischio di disidratarsi.

 

Lascia un commento

cinque − 2 =

Top