You are here
Home > News Salute > Perché si dimenticano i nomi? Una ricerca lo spiega

Perché si dimenticano i nomi? Una ricerca lo spiega

Cervello dimenticanza

A chiunque di noi sarà capitato di non ricordare il nome delle persone che abbiamo appena incontrato o che ci sono state presentate di recente. Stando a uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Manchester vi sarebbe una ragione per cui incorriamo in questa involontaria dimenticanza. In particolare i ricercatori hanno condotto uno studio su 40 pazienti a cui era stata asportata una parte del cervello a causa dell’epilessia. Ad ogni paziente sono state quindi mostrate le foto relative ad alcune persone famose chiedendo loro di pronunciarne il nome e il tipo di emozioni che suscitavano quei volti. In sostanza per i ricercatori il lato sinistro del cervello sarebbe l’area cruciale per l’espressione verbale della memoria semantica.

Metà dei partecipanti allo studio era stata operata al lato sinistro del cervello, nel lobo temporale anteriore; l’altra metà nella corrispondente parte del lato destro. I risultati ottenuti sono stati quindi confrontati con quelli di altre 20 persone che non avevano nessun problema.

Le conclusioni dei ricercatori

Così in particolare ha spiegato Grace Rice, una delle autrici dello studio: “La ricerca per la prima volta ha mostrato che, almeno per la memoria semantica, entrambi i lati del cervello svolgono un ruolo importante dal punto di vista visivo e verbale. C’era, però, una differenza: quando si trattava di espressione verbale della memoria semantica stessa, che riguardava più la chirurgia sul lato sinistro del cervello”.

In sostanza la memoria a breve termine come dice stesso i nome, per ritenere nuove informazioni deve cancellare quelle precedenti. In ogni caso dimenticanze di questo tipo occasionali e non frequenti non debbono destare alcuna preoccupazione.

 

Lascia un commento

4 × uno =

Top