You are here
Home > News Salute > Se le tue capacità non sono riconosciute al lavoro aumenta lo stress: come fare per gestirlo

Se le tue capacità non sono riconosciute al lavoro aumenta lo stress: come fare per gestirlo

Stress pronomi avverbi parole

Il lavoro che svogliamo dovrebbe valorizzare le nostre capacità e competenze. Questo bagaglio di conoscenze che mettiamo a disposizione  dell’attività lavorativa non richiede solo un tornaconto economico, ma anche il riconoscimento di ciò che facciamo. Se invece ciò non accade possiamo andare incontro perfino a problemi di salute. In particolare uno studio condotto sullo stress sul luogo di lavoro che è stato pubblicato sulla rivista Psychoneuroendocrinology ha messo in evidenza che se l’impegno profuso nel lavoro non  riceve un adeguato riconoscimento diventa una sorta di boomerang che ci si ritorce contro proprio in termini di stress.

Lo stress sul luogo di lavoro

In questo senso i ricercatori dell’Università di tecnologia di Eindhoven in Olanda hanno posto in relazione alcuni indicatori fisiologici dello stress, quali l’ormone cortisolo con alcuni indicatori psicologici come ad esempio la percezione dello stress da parte dei lavoratori. In particolare i ricercatori hanno preso in esame i livelli di cortisolo di 91 lavoratori nell’ambito di una ordinaria settimana lavorativa con quella di 81 persone che svolgevano un maggior carico lavorativo ed erano impegnate anche in un corso di crescita professionale. Quindi hanno confrontato i livelli di stress dei due gruppi. Ebbene è emerso che i lavoratori che svolgevano bene il proprio lavoro ma che non ricevevano alcuna promozione o aumento salariale presentavano un costante livello di cortisolo e quindi soffrivano di stress cronico. Ma come possiamo riuscire a gestire al meglio l’ansia e lo stress con cui spesso siamo costretti a fare i conti a causa degli impegni lavorativi?

Consigli su come gestire lo stress

1) Respirazione diaframmatica. Intanto è importante indossare degli abiti comodi, distendetevi in un posto che sia confortevole e che vi ispiri delle sensazioni positive, mettetevi quindi nella posizione che vi risulta più comoda possibile, ad esempio potete sdrariarvi sul letto o anche per terra. A questo punto potete iniziare quindi una lenta respirazione diaframmatica (in pratica dovete respirare con la pancia) perché in tal modo consentite all’ossigeno presente nell’aria respirata dai polmoni di passare al sangue in quantità maggiori. In pratica dovete inspirare lentamente con il naso, trattenete il respiro per qualche secondo e poi espirate lentamente a poco a poco con la bocca aperta sgonfiando la pancia. In pratica vedrete contarsi, abbassarsi e sollevarsi ritmicamente il diaframma in questo tipo di respirazione. Ripetete questo esercizio per diversi minuti.

2) Correre. Sono noti i benefici della corsa per il nostro organismo: correre favorisce il rilascio delle endorfine, aumenta le vostre ore di sonno, la qualità del vostro riposo. La corsa aumenta anche i livelli di serotonina, l’ormone del buon umore. Scegliete un posto dove potete correre a perdifiato scaricando tutte le tensioni e lo stress che vi derivano dall’ansia, proverete delle sensazioni indubbiamente liberatorie!

3) Anche camminare vi può essere di aiuto. Si tratta inoltre di una attività che può essere seguita da tutti, bambini, adulti e anche anziani. Camminare è un modo molto semplice per gestire l’ansia, ad ogni passo i vostri pensieri acquistano maggiore chiarezza e ne beneficiate anche a livello fisico. Intraprendete una bella passeggiata di prima mattina, gli effetti positivi dureranno per il resto della giornata.

4) Guardate le cose dall’alto. Se potete raggiungete una altura, da lì guardate il paesaggio, osservando come i contorni delle cose sfumano a questa distanza e che quel che vi sembrava grande visto dall’alto sembra piccolo. Avviene anche con l’ansia così: si ingigantiscono i problemi come con una lente di ingrandimento, trasformando talvolta minuzie in ostacoli insormontabili, mentre ponendovi alla giusta distanza vedrete che spesso i problemi sono molto meno meno grandi di quanto vi possano sembrare a prima vista.

 

Lascia un commento

4 + 12 =

Top