You are here
Home > Benessere > I consigli per un sonno perfetto

I consigli per un sonno perfetto

Sonno dormire riposo

Esistono molti consigli per godere di un sonno perfetto e non bisogna affatto sottovalutarli. Non dobbiamo infatti dimenticare che chi non dorme bene e a sufficienza a lungo termine può soffrire anche di seri problemi di salute. Diversi studi hanno dimostrato che alla lunga ci potrebbe essere anche il pericolo di ipertensione e complicazioni cardiovascolari. Inoltre è stato dimostrato che non dormendo bene si invecchia più velocemente. Ecco quindi che cosa fare.

Preparare bene la camera da letto

Fra i consigli fondamentali per avere un sonno perfetto, c’è quello di predisporre in tutti i minimi dettagli il luogo in cui dormiamo. Cerchiamo di stare alla larga dai rumori, magari concedendoci una musica rilassante in cuffia. È importante dormire al buio, evitando l’uso del cellulare. Ricerche recenti hanno messo in evidenza che il 95% delle persone che utilizza computer, videogiochi, cellulare fino a poco prima del momento dell’addormentamento può soffrire di alterazioni del ritmo giorno-notte.

Molto importante è anche la temperatura della camera da letto. Ricordiamoci che durante il sonno la temperatura corporea tende a scendere. Un ambiente troppo caldo, però, potrebbe interferire con il sonno. Meglio una stanza la cui temperatura sia compresa tra i 18 e i 22 gradi.

È stato anche provato che alcuni odori possono aiutare a dormire meglio. Per esempio bisognerebbe profumare la camera da letto con la lavanda, che diminuisce la frequenza cardiaca e la pressione, aiutando a rilassarsi.

Regolare l’alimentazione

Un altro aspetto molto importante per riposare bene è quello di predisporsi al sonno con un’alimentazione adeguata. La regola fondamentale consiste nel mangiare poco, almeno due ore prima di dormire, ed evitare alcol, caffeina, alimenti ricchi di grassi e carboidrati. Si possono mangiare anche cibi specifici che favoriscono il sonno, come il pesce, in particolare tonno, salmone, sardine, le noci, la soia, i semi di lino, che sono tutti ricchi di acidi grassi omega 3.

Fare sport

Con l’avanzare dell’età, tendiamo ad abbreviare il periodo dedicato al sonno profondo. Secondo gli esperti, l’unico modo per evitare questo rischio è fare sport. Bicicletta, camminate, yoga, stretching: tutte queste attività stimolano un’area del cervello che a sua volta attiva il mesencefalo, quella zona cerebrale essenziale per regolare l’alternanza tra il sonno e la veglia.

 

Lascia un commento

sette − sei =

Top