You are here
Home > News Salute > Tumore prostata: nuovo test genetico per diagnosi precoce

Tumore prostata: nuovo test genetico per diagnosi precoce

Ricerca medica tumori

I ricercatori dell’Institute of Cancer Research (Icr) di Londra attraverso un test genetico che prende in esame la saliva sono riusciti ad individuare  quali sono gli uomini maggiormente a rischio di svilupare un tumore alla prostata. I ricercatori di Londra hanno passato in rassegna uno studio su 140mila uomini in 52 paesi scoprendo 63 nuove variazioni del Dna che sono collegate al rischio di sviluppare una patologia tumorale alla ghiandola prostatica. Per realizzarlo hanno combinato queste nuove variazioni con altre 100 già note in precedenza per essere in relazione con questo genere di tumore. L’1 per cento che ha ereditato geneticamente la maggior parte delle variazioni ha un rischio di sviluppare una patologia tumorale alla ghiandola prostatica che è sei volte superiore rispetto a quello della popolazione generale.  Il test per il momento verrà sperimentato su un campione di 300 uomini e in caso di risultato positivo  l’anno prossimo verrà testato su un campione ancora più ampio. Tale strumento diagnostico potrebbe divenire operativo in Gran Bretagna entro due anni.

Secondo i ricercatori con questo test si potrebbero ottenere due risultati importanti. Gli uomini che hanno maggiori probabilità di sviluppare un tumore alla prostata potrebbero diminuire il rischio operando dei cambiamenti nello stile di vita. Inoltre evitandosi test non necessari si potrebbe ottenere un risparmio di risorse per la sanità pubblica.

 

Lascia un commento

1 × due =

Top