You are here
Home > News Salute > Panace di Mantegazza, pianta tossica presente anche in Italia: ecco cosa può provocare

Panace di Mantegazza, pianta tossica presente anche in Italia: ecco cosa può provocare

Panace di Mantegazza pianta tossica

Alex, un ragazzo di 17 anni residente in Virginia negli Stati Uniti, ha riportato delle gravi ustioni dopo aver toccato una pianta tossica. Il giovane ha raccontato le sue disavventure alla Nbc. Ed in effetti il ragazzo era del tutto ignaro di aver toccato la Panace di Mantegazza, una pianta originaria del Caucaso che può comportare ustioni e perfino cecità nei casi più gravi semplicemente venendone a contatto. Il giovane che fa il giardiniere in una area adiacente ad una fabbrica, ha raccontato che in un primo momento non aveva dato alcun peso alla cosa. Mentre si faceva la doccia ha notato però che la pelle ha iniziato a staccarsi.  La madre, che è infermiera di professione, si è accorta subito di quanto stava accadendo e quindi ha portato il figlio al pronto soccorso. I sanitari, che l’hanno sottoposto a una doccia purificante, hanno riscontrato sul suo corpo ustioni di secondo e di terzo grado. I medici hanno trovato della linfa nel suo corpo spiegandogli che una  eventuale esposizione al sole avrebbe potuto aggravare la situazione.

Panace di Mantegazza: pianta presente anche in Italia

Questa pianta tossica è originaria del Caucaso, in Italia invece è una pianta ornamentale. In particolare la sua pericolosità deriva dalla presenza nella linfa delle furanocumarine, composti chimici che si attivano in presenza della luce solare e dei raggi ultravioletti. In Italia la pianta è presente in regioni quali la Lombardia, il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Liguria, il Veneto e il Trentino.

La pianta che può raggiungere anche una altezza di 5 metri, presenta fiori bianchi e grandi foglie. Pertanto gli esperti consigliano di stare lontano dal sole per eviatre che la pianta attivi i suoi composti tossici per l’essere umano.

 

Lascia un commento

quattro × uno =

Top