You are here
Home > News Salute > Farmaci a base di Valsartan ritirati in quanto potenzialmente cancerogeni

Farmaci a base di Valsartan ritirati in quanto potenzialmente cancerogeni

Farmaco antinfiammatorio ritirato

Qualche giorno fa è stato disposto il ritiro di numerosi lotti relativi a specialità medicinali a base di Valsartan, un antagonista del recettore dell’angiotensina II usato per trattare l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca. In particolare il ritiro è stato determinato dal riscontro di impurità nel farmaco prodotto da hejiang Huahai Pharmaceuticals, azienda cinese. Le analisi hanno evidenziato la presenza di tracce di N-nitrosodimetilamina (NDMA). In particolare l’Ema, ovvero l’agenzia europea del farmaco, spiega che è attualmente in corso la revisione dei medicinali a base di valsartan per l’impurità riscontrata. L’impurezza riscontrata, ovvero- N-nitrosodimetilammina (NDMA)  è classificata come probabile cancerogeno per l’uomo, in base ai risultati di test di laboratorio, e potrebbe essere causa di patologie tumorali nell’uso a lungo termine.

In particolare così spiega l’Ema: “Anche se è necessaria un’ulteriore valutazione, non vi è un rischio immediato.  I pazienti che assumono valsartan sono invitati a non interrompere i trattamenti, a meno che non siano stati consigliati di farlo dal loro farmacista o dal medico. Gli operatori sanitari devono seguire i consigli specifici delle autorità sanitarie nazionali in merito ai medicinali nel loro Paese. E’ancora troppo presto per fornire informazioni sul rischio a lungo termine che NDMA potrebbe avere comportato per i pazienti”. In ogni caso verranno forniti gli aggiornamenti appena saranno disponibili.

Inoltre l’Ema sta lavorando anche a stretto contatto con le Autorità Nazionali per valutare se altri medicinali a base di valsartan (diversi da quelli già richiamati) potrebbero anch’essi contenere la stessa impurezza.

 

Lascia un commento

sei + quindici =

Top