You are here
Home > News Salute > Virus West Nile: altri casi in Veneto

Virus West Nile: altri casi in Veneto

Malaria diagnosi cura

Pochi giorni fa si è verificato il primo caso di infezione da virus West Nile in Veneto. Un 86enne veronese è stato ricoverato al Mater Salutis di Legnago ed è deceduto a causa della forma neuroinvasiva del virus, una delle complicanze che può avere esito fatale. In Veneto si è verificato un secondo caso fatale. Mario Lazzarini, un uomo di 89 anni di Este nei giorni scorsi mentre si godeva un po’ di fresco nel giardino di casa, è stato punto dalla zanzara appartenente al genere culex pipiens, vettore della malattia. Nel momento in cui si sono manifestati i primi sintomi l’anziano è stato ricoverato all’ospedale di Schiavonia. L’uomo è deceduto a causa di complicanze.

Il sindaco di Este, Roberta Gallina, e Domenico Scibetta, direttore generale dell’Usl 6 Euganea, in un comunicato congiunto hanno espresso sentite condoglianze alla famiglia. Inoltre sottolineano che sia il Comune che sia L’Usl lavorano da tempo per limitare la diffusione del fenomeno che si ripropone ogni estate, adottando i protocolli intenazionali di concerto con l’Istituto Zooprofilattico delle venezie. Il sindaco di Este spiega che finora sono stati accertati 19 casi di West Nile nella provincia di Padova e 21 in quella di Rovigo. Sempre il sindaco informa che l’Usl, attraverso il Dipartimento di Prevenzione monitora attentamente la situazione avvalendosi anche di consulenze operative. Gli interventi di disinfestazione nelle aree vedi urbane vengono effettuati dal Comune, tuttavia per ridure il rischio di infezione si richiede l’attiva e fattiva collaborazione da parte dei singoli cittadini.

 

Lascia un commento

2 + tre =

Top