You are here
Home > News Salute > Neonati prematuri: intolleranze diminuite con il latte d’asina a Torino

Neonati prematuri: intolleranze diminuite con il latte d’asina a Torino

Neonato app per monitorare dolore

La nutrizione dei neonati prematuri potrebbe costituire spesso un problema, ma all’ospedale Sant’Anna di Torino è stato messo a punto un programma molto interessante, che potrebbe risolvere la questione. Il tutto è nato dalla collaborazione tra l’ospedale e il Cnr e riguarda in particolare quei neonati prematuri che si trovano sottoposti ad un trattamento di terapia intensiva. Il problema delle intolleranze di questi neonati potrebbe risolversi grazie al ricorso al latte d’asina.

Come è stato svolto lo studio

Nella ricerca sono stati coinvolti 156 neonati prematuri. Attraverso il processo di nutrizione realizzato per mezzo del latte d’asina, gli esperti hanno messo in evidenza che è possibile dimezzare i segni di intolleranza alimentare.

Il latte d’asina in particolare è stato utilizzato come elemento aggiunto al latte umano ed è stato sostituito ai classici prodotti realizzati a base di latte vaccino. Nello specifico il latte d’asina utilizzato per la sperimentazione è stato fornito da due allevamenti che si trovano in Piemonte e da un altro che invece è collocato in Emilia Romagna.

I risultati della ricerca condotta con il latte d’asina

I risultati dello studio effettuato sui neonati prematuri dell’ospedale Sant’Anna di Torino sono stati molto chiari, dimostrando come l’utilizzo del latte d’asina possa essere una soluzione importante per i casi di intolleranza alimentare riscontrati spesso tra i neonati prematuri.

Si aprono così delle prospettive davvero significative per trattare i bambini nati sottopeso, con un peso corporeo molto basso, che in Italia rappresentano l’1%. Il bassissimo peso corporeo mette a rischio la vita stessa dei bambini, configurandosi come un fattore determinante del 60% della mortalità nel corso del primo anno di vita dei bambini stessi.

 

Lascia un commento

6 − 3 =

Top