You are here
Home > News Salute > Malattia di Huntington: in Italia arriva una nuova terapia sperimentale

Malattia di Huntington: in Italia arriva una nuova terapia sperimentale

Ricerca medica tumori

La malattia di Huntington è una patologia genetica di carattere neurodegenerativo. Ad essere interessate nei pazienti colpiti da questa malattia sono la coordinazione muscolare e le capacità cognitive. La patologia porta anche a dei problemi psichici, che da sempre, anche nel corso della storia, hanno caratterizzato anche a livello sociale il modo in cui ci si rapportava nei confronti delle conseguenze della malattia di Huntington. Adesso sembra che qualcosa di nuovo stia giungendo nell’ambito della ricerca che interessa la possibilità di cura o in generale di trattamento della patologia genetica neurodegenerativa in questione.

In cosa consiste la sperimentazione della cura per la malattia di Huntington

Il nostro Paese, a partire dal 2019, è stato raggiunto da un provvedimento che lo colloca fra quegli Stati in cui per primi verrà utilizzata a livello sperimentale una cura che non è stata mai effettuata precedentemente.

La nuova terapia sperimentale per la malattia di Huntington consiste nell’uso di farmaci che vengono definiti anti-senso. Sono degli appositi medicinali che hanno la funzione di impedire ai geni di formare un elemento tossico potenzialmente pericoloso nei confronti delle cellule.

Sarebbe proprio questo elemento a determinare le complicanze tipiche della malattia di Huntington. Per il momento gli esperti affermano che questi farmaci non sarebbero in grado di avere un effetto generalizzato per il trattamento di tutti gli aspetti coinvolti nella patologia. Tuttavia questa terapia sperimentale rappresenta un passo avanti molto significativo.

L’organizzazione della sperimentazione

La sperimentazione sarà coordinata dall’University College di Londra e ad essa parteciperanno diversi centri sia in Europa che negli Stati Uniti. In particolare in Italia, fra gli istituti sanitari coinvolti, l’Istituto Besta di Milano e le Università di Genova, Bologna, Roma La Sapienza e Firenze.

 

Lascia un commento

cinque × 5 =

Top