You are here
Home > News Salute > Depressione: basterà un esame del sangue per diagnosticarla

Depressione: basterà un esame del sangue per diagnosticarla

Sclerosi multipla

La depressione non è sempre facile da diagnosticare. È una delle difficoltà più grandi quella di poter procedere ad una corretta diagnosi di questo disturbo. In gran parte dei casi è molto complicato capire che si sta soffrendo di depressione, anche per le persone che stanno accanto al paziente. Per questo motivo accade spesso che ci si rivolga ad uno specialista solo dopo diversi mesi dall’insorgenza della malattia. Adesso però la ricerca sta facendo dei passi avanti importanti ed è arrivata una notizia incoraggiante direttamente dall’Università dell’Illinois di Chicago.

Lo studio realizzato da due italiani

Graziano Pinna e Dario Aspesi sono i due esperti che hanno condotto uno studio importante sulla depressione, arrivando alla conclusione che tra pochi anni (si parla di un tempo di 5 anni nello specifico) sarà possibile effettuare la diagnosi di questo problema direttamente con un semplice esame del sangue.

Si tratterà di un’analisi molto precisa, tanto che potrà aiutare anche a mettere in atto una cura specifica per il tipo di problema di cui si soffre. È da ricordare infatti che iniziare una terapia molto in ritardo può rendere molto più difficile la guarigione da questa malattia. Il test inoltre sarà capace di individuare anche i soggetti più a rischio di depressione.

Come funziona l’esame del sangue

L’analisi del sangue che sarà capace di effettuare una diagnosi della depressione permetterà di esaminare la presenza dei neurosteroidi, prodotte dal cervello e presenti proprio nel sangue.

Questi marcatori della depressione sono alterati da una condizione di stress. Il test del sangue mira a cercare nel sangue circa 20 molecole. È chiaro però che servono altre ricerche sull’argomento, per approfondire lo studio.

 

Lascia un commento

dieci − 6 =

Top