You are here
Home > News Salute > La carne rossa fa veramente male? La risposta dell’Airc

La carne rossa fa veramente male? La risposta dell’Airc

Carne rossa cancro

E’ vero che la carne rossa fa male al punto da poter provocare il cancro? Di certo soprattutto nell’ambito di argomenti così delicati, non è possibile dare una risposta in senso assoluto, ma è altrettanto vero che le più recenti ricerche in ogni caso lasciano emergere delle indicazioni piuttosto significative.

Carni rosse e tumori: la risposta dell’Airc

Intanto il quesito relativo al nesso tra consumo di carni rosse e lavorate e aumento dell’incidenza di patologie tumorali è stato posto dal quotidiano il Mattino all’Airc, che è l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Gli esperti hanno risposto che il rischio dipende essenzialmente da due fattori: frequenza e quantità.

In particolare il consumo moderato di carne rossa una massimo due volte alla settimana non fa male ed anzi apporta nutrienti importanti per il nostro organismo, quali vitamina B12 e ferro. Le carni rosse lavorate andrebbero invece consumate solo saltuariamente. In particolare l’associazione sottolinea che a fare la differenza sono le proteine. Nel caso delle carni lavorate o per le modalità di cottura queste proteine si modificano diventando potenzialmente dannose per la nostra salute. In particolare nel processo di cottura si formano sostanze quali le ammine eterocicliche che sono potenzialmente tossiche e cancerogene.

Sul sito del’Airc si sottolinea che l’aumento dell’incidenza dei tumori si riscontra soprattutto fra quelli a carico del colon-retto e allo stomaco, ma anche quelli che si definsicono ormoni-dipendenti, quali il carcinoma al seno, all’endometrio e alla prostata.

 

One thought on “La carne rossa fa veramente male? La risposta dell’Airc

Lascia un commento

tredici + sei =

Top