You are here
Home > Bellezza > Chirurgia estetica > Tossina botulinica: trattamenti estetici

Tossina botulinica: trattamenti estetici

Tossina botulinica rughe

Il botox non è altro che la tossina botulinica che trova sempre più impiego nell’ambito di alcuni trattamenti estetici. La tossina botulinica in realtà ha trovato utilizzo dapprima per quanto riguarda la medicina oculistica. A partire dal 2004 il Ministero della Salute ne ha approvato l’impiego anche in ambito estetico, sebbene solo limitatamente al tipo A, che deriva da uno dei sette ceppi del batterio Clostridium Botulinum.

Autorizzati ad effettuare il trattamento delle rughe glabellari, cioè le rughe che si formano tra le sopracciglia e perioculari in pazienti che non abbiano un’età superiore ai 65 anni, sono esclusivamente il chirurgo plastico,  uno specialista in chirurgia maxillofacciale, un neurologo o un dermatologo.

In Italia esistono tre tipi di di farmaci utilizzati a questo scopo, Vistabex, l’Azzalure e il Bocouture. Il trattamento è indicato per la correzione delle zampe di galline ovvero le rughe orizzontali che si formano ai lati degli occhi. Il farmaco va ad inibire la contrazione dei muscoli mimici, in tal modo si impedisce la formazione delle rughe.

E’ indicato per il trattamento delle rughe ed espressione dinamiche, che si formano nella parte superiore del viso.  Il farmaco in particolare contiene una tossina termolabile, in forma  purificata che viene prodotta da un batterio anaerobio Clostridium Botulinum, che una volta introdotto nel muscolo blocca la produzione di acetilcolina.

Tossina botulinica: come si svolge il trattamento

La tossina botilinica si inietta in piccolissime dosi nella zona da trattare mediante una siringa dotata di un ago ipersottile. Non richiede alcun tipo di anestesia perché il trattamento è assolutamente indolore. La seduta ha una durata complessiva di non più di 15-20 minuti, al termine della quale è possibile riprendere le normali attività. Dopo l’iniezione della tossina botulinica non vi è alcun segno visibile, salvo un lieve e transitorio arrossamento nella zona di ingresso dell’ago. Nei giorni successivi andrà evitato di esporsi al sole o a fonti di calore ecessivo, in quanto possono indurre vasodillatazione. Inoltre è da evitare anche di sfregarsi o massaggiare la zona dove è stato iniettato il farmaco per almeno 24 ore.

Tossina botulinica: i primi risultati

L’attenuazione delle rughe ha effetto circa 4 o 5 giorni dopo il trattamento e ha durata compresa generalmente tra i 4 e i 6 mesi, quindi trascorso questo lasso di tempo è possibile ripetere il trattamento. La seduta può essere ripetuta per due o tre volte all’anno. Infine l’uso della tossina botulinica può rivelarsi utile anche nel trattamento dell’iperidrosi, ovvero l’eccessiva sudorazione ascellare o alle mani e ai piedi.

 

One thought on “Tossina botulinica: trattamenti estetici

  1.  

    Il botolino è un rimedio antirughe molto utilizzato nonostante il suo utilizzo se non attentamente valutato può portare ad un peggioramento della pelle e della forme del viso. Attualmente grazie all’introduzione sul mercato di nuovi prodotti e trattamenti come il filler possiamo fare a meno del botox avendo gli stessi risultati ma in modo più sicuro sia per la bellezza della pelle che per la salute.

Lascia un commento

14 − 12 =

Top