You are here
Home > News Salute > Maculopatia, la malattia che può portare alla cecità

Maculopatia, la malattia che può portare alla cecità

Maculopatia cecità sintomi

Col termine maculopatia si intende una degenerazione maculare che rappresenta una delle cause più frequenti di cecità nel mondo occidentale. In particolare l’Istituto Lorien consulting in collaborazione con CAMO, Centro Ambrosiano Oftalmico, ha condotto una indagine a livello nazionale proprio sulla maculopatia. Stando a quanto è emerso dal campione della popolazione ultracinquantenne preso in esame, la maculopatia colpisce maggiormente le donne rispetto agli uomini, (69% rispetto al 54% del totale) e la malattia risulta diffusa maggiormente nel Nord Est (40% vs 27%).

Maculopatia: le patologie che la favoriscono

La maculopatia si sviluppa più facilmente in presenza  altre patologie che possono favorirla, quali ad esempio il diabete e per abitudini poco salutari quali il fumo di sigaretta. In particolare così ha spiegato Paolo Rossi, il Presidente di Lorien Consulting, autore anche della ricerca: “L’indagine infatti ha fatto emergere un alto numero di sofferenti di questa patologia. Eppure sono ancora in pochissimi a conoscerla e a ricordare dettagli correlati a essa. Chi la vive ne conosce certamente il livello di gravità, ma fra gli altri la conoscenza è talmente esigua da non sapere che basterebbe una visita medica oculistica per averne una prima diagnosi”.

CAMO, il Centro Ambrosiano Oftalmiio, in collaborazione con l’Ospedale San Raffaele di Milano, e con il Patrocinio del Ministero della Salute, ha promosso una campagna informativa che prevede controlli gratuiti in ben 15 diversi centri per diagnosticare i possibili casi di maculopatia.

Maculopatia: cos’è e come si diagnostica

La maculopatia in effetti colpisce la macula, che è l’area che si trova al centro della retina ed è fondamentale per  una visione distinta centrale, ad esempio ci consente di riconoscere i volti delle persone o di compiere attività quotidiane quali leggere, guidare etc. Uno dei sintomi più caratteristici con cui si manifesta è una progressiva perdita della visione centrale e la distorsione delle immagini (metamorfopsie). Altri sintomi che si verificano con minore frequenza riguardano le errate percezioni delle dimemsioni degli oggetti osservati.

 

Lascia un commento

quattordici + 19 =

Top